newsletter
 
 
Cerca   
>> Extra      >> Contatti      >> English      

 IL LIBRAIO


 L'AUTORE
Justin  Scott
Clicca qui >>


Longanesi



 EXTRA



 
 LA SCHEDA LIBRO
 
   
MOMO
Torna uno dei capolavori di Michael Ende

Michael Ende
Traduzione di Angeleri D.
Narrativa
Collana: La Gaja scienza
Pagine: 256
Prezzo: € 15.49
In libreria dal: 23 Novembre 2001
Libro  disponibile
    
 
 
 IL LIBRO
 
    Tra le rovine di un anfiteatro, ai margini di una grande città, trova rifugio una strana bambina che, fuggita dall’orfanotrofio, non conosce nemmeno la propria età. Agli abitanti dei dintorni, che la guardano incuriositi, dice di chiamarsi Momo. Non passa molto tempo che la bambina si conquista la fiducia e la simpatia di tutti, perché Momo ha una grandissima qualità: sa prestare attenzione come nessuno al mondo. Non dà consigli e non esprime opinioni: si limita ad ascoltare con un’intensità tale che l’interlocutore è indotto a trovare da sé le risposte ai quesiti, nel momento stesso in cui li va ponendo. La naturalezza di Momo ha il potere di rappacificare gli animi in pena, di sedare i litigi, di ricreare l’armonia là dove è venuta meno.
Finché un giorno alcuni agenti di una sedicente Cassa di Risparmio del Tempo — che hanno lanciato un’offensiva in tutto il mondo per indurre la gente a economizzare tempo, affermando che esso verrà restituito con gli interessi al compimento del sessantaduesimo anno di età — si presentano anche nel microcosmo costituito da Momo e dai suoi amici. Tutti cadono nella trappola tesa dai «Signori Grigi », e Momo si ritrova a dover affrontare da sola la società segreta che ha allestito la più colossale truffa ordita ai danni dell'umanità. Non proprio sola: al suo fianco saranno Cassiopea, la saggia tartaruga, e Mastro Hora, il «custode» del Tempo, personaggi quanto mai affasci nanti che indicheranno a Momo la via per salvare il genere umano e al lettore quella per penetrare la profonda metafora dell’esistenza che si cela dietro il racconto «straordinario» di Michael Ende.
 
 UN BRANO
 
    "L’aspetto di Momo era davvero insolito e forse poteva anche allarmare quelle persone che danno molta importanza all’ordine e alla pulizia. Era piccola e magrolina, di modo che, anche con la migliore buona volontà, non si poteva decidere se avesse otto oppure dieci anni. Aveva una testa selvaggia, ricciuta, nera come la pece, palesemente mai sfiorata da pettini o forbici. Aveva grandi vividi meravigliosi occhi del pari neri come la pece, e i piedi dello stesso colore perché andava quasi sempre scalza. Soltanto in inverno, e non sempre, portava scarpe, spaiate di colore e di forma e per di più troppo larghe. Perché Momo non possedeva niente all’infuori di quel che trovava qua e là o che le regalavano. La sottana, che le arrivava alle caviglie, era un complesso di toppe variopinte di tessuti d’ogni genere. E sopra la gonna portava una vecchia giacca maschile lunga e larga, con le maniche di molto rimboccate ai polsi: Monio non voleva accorciarle perché era previdente e sapeva che sarebbe cresciuta ancora. E chissà se mai avrebbe potuto trovare un’altra giacca così bella e con tante tasche così pratiche."
 
 L'AUTORE
 
    Michael Ende